Carnevale: una pioggia di colori

Per voi cosa rappresenta il Carnevale?

Per me libertà! Libertà di espressione, liberi da giudizi altrui e paure nostre! Troppo spesso diamo troppa importanza a cosa pensano terzi, che magari neanche conosciamo!! E invece il Carnevale ci permette d’indossare una maschera dietro la quale essere noi stessi!

Poi con i bimbi è un momento di puro divertimento! Sempre più spesso si vedono mamme, papà e bimbi travestiti per condividere una giornata di gioco, gioia, colori e spensieratezza!!

Io mi ricordo da piccola che ci vestivamo tutte da principesse, spagnole, fatine o contadine e i maschi da cow boy, arlecchino, pagliaccio e boh! 😀 Voi ve lo ricordate?

Purtroppo le maschere tradizionali sono andate perse negli anni: Pulcinella, Ballanzone … forse se chiediamo ai nostri figli chi è Arlecchino sanno risponderci, ma meglio non indagare oltre!! 😀
Peccato,  però ora in compenso siamo circondati da mille personaggi fantastici!!! Non è stupendo vedere centinaia di mascherine?
Ogni bimbo almeno a Carnevale può essere il proprio eroe o il proprio sogno!

veneto-kids-carnevali-di-marca-sfilateveneto-kids-carnevali-di-marca

Esistono Carnevali famosissimi, tra i quali non si può non citare il Carnevale di Venezia! E nella campagna veneta, nel Giardino di Venezia, come si festeggia?
Con le sfilate dei carri allegorici naturalmente!
Sono iniziati gli appuntamenti tanto attesi che vedono l’impegno di tantissime persone!!! Penso a tutti i volontari che preparano i carri per donare dei soldi alla scuola materna o alla parrocchia del paese! Che bravi!! E quanto si divertono l’avete notato? I gesti che nascono dal cuore hanno proprio un’altra luce, una luce che brilla se li guardate negli occhi! Intere famiglie e gruppi di amici sono impegnati per diverse domeniche sfilando di paese in paese.

E cos’è che fa divertire di più i bimbi in queste giornate? I CORIANDOLI!!! Strade lastricate di mille colori che ogni bimbo cerca di catturare! E poi le lotte a chi ne tira di più che quando arrivi a casa, potresti tappezzare mezzo salotto!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Se avete perso le prime due domeniche baciate dal sole, eccovi i prossimi appuntamenti nella Marca Trevigiana:

  • Giavera del Montello           Domenica 05 Febbraio 2017    (in collaborazione con la Proloco)
  • Pieve di Soligo                       Domenica 05 Febbraio 2017
  • Villorba                                   Domenica 05 Febbraio 2017    (in collaborazione con la Proloco)
  • Sernaglia della Battaglia     Sabato sera 11 Febbraio 2017  (in collaborazione con la Proloco)
  • Sernaglia della Battaglia      Domenica 12 Febbraio 2017    (in collaborazione con la Proloco)
  • Ponte della Muda                  Domenica 12 Febbraio 2017 (in collaborazione con la Proloco)
  • San Vendemiano                   Sabato 18 Febbraio 2017
  • Santa Lucia di Piave             Sabato sera 18 Febbraio 2017  (in collaborazione con la Proloco)
  • Sernaglia della Battaglia      Domenica 19 Febbraio 2017    (in collaborazione con la Proloco)
  • Nervesa della Battaglia        Domenica 19 Febbraio 2017    (in collaborazione con la Proloco)
  • Vittorio Veneto                      Domenica 26 Febbraio 2017
  • Conegliano                             Martedì 28 Febbraio 2017

    veneto-kids-carnevali-di-marca-giardino-venezia

Quando il sole inizia a scendere, potrete riscaldarvi con un buon vin brulè gustando frittelle e crostoli!!!

E allora rispolverate i vostri vestiti in soffitta e BUON CARNEVALE A TUTTI!!

 

Alla ricerca di Olaf

Sentiamo ogni giorno della tragedia in centro Italia, della neve inaspettata e come fenomeno fuori dalla norma che ha colpito centro e sud, eppure  qui da noi in Veneto la neve ha pensato di fare solo una leggera comparsa.

Se penso alla neve non penso a tutti i danni ed i morti che può provocare, forse perchè sono cresciuta in un’epoca in cui trascorrevamo i nostri inverni sulla neve a giocare tra pupazzi, gallerie, slittini e sci!

Vedere scendere la neve mi regala un senso di pace ed un desiderio di armarmi di doposci, tuta, cappello e guanti per buttarmici sopra!

Per fortuna anche le mie figlie la pensano allo stesso modo, così abbiamo deciso di trascorrere un paio d’ore in quel che rimaneva della poca neve arrivata.

Vi faccio vedere le foto solo per dirvi che effettivamente noi adulti a volte siamo alla ricerca della perfezione: piste perfette, neve perfetta, impianti perfetti … eppure ai nostri figli basta così poco! Un prato spruzzato di neve (dove affiora un po’ di terriccio, ma pazienza si scivola ugualmente!), un bel sole e poi giù!

Si può usare il bob, lo slittino, ma poi la fantasia fa veramente da padrone! Noi per esempio abbiamo le palette che sono comode da trasportare, leggere e si prestano bene anche per creare una pista sulla neve fresca; ma esistono anche i sacchi di plastica, i gommoni e chi ne ha più ne metta!

Secondo me stare sulla neve con i nostri figli ci riporta un po’ bambini: ritroviamo il divertimento e la gioia che provavamo e capiamo che gli anni sono passati quando iniziamo a salire per diverse volte il pendio!! 🙂

Se avete la fortuna di trovare un po’ di neve non troppo distante magari da casa, allora fermate l’auto dove vi sembra che sia sufficiente e divertitevi!! Chissà che non riusciate a trovarne abbastanza anche per dar vita ad un piccolo Olaf!

veneto-kids-venetokids-neve-montagna-olaf

#venetokids #veneto #veneto-kids #olaf #neve #vogliadineve #pupazzodineve #slittino

 

 

Veneto Kids e l’incantesimo dell’ADHD

Ho iniziato questo blog non solo per cercare di darvi dei suggerimenti su dove andare o cosa fare con i vostri figli, ma anche come “pensatoio personale” per dare sfogo ai miei pensieri di mamma.

E così mi trovo a raccontarvi quello che penso in merito all’ADHD. Fino a pochi anni fa non sapevo nemmeno che esistesse, cosa fosse. Ora inizio a classificarla, a rendermi conto che c’è. Molti di voi fortunatamente non conoscono questo strano incantesimo, ma vi assicuro che tanti genitori ci convivono e cercano di trovare la pozione o la  formula per annullare questa magia che colpisce molti bambini.

Non è una cosa contagiosa, tranquilli!  I vostri figli potrebbero giocare tranquillamente con quelli affetti da ADHD anche se troppe volte, molto spesso purtroppo, si cerca di evitare questi bimbi che si comportano in un modo un po’ bizzarro.

Ma di cosa si tratta? Si tratta di Disturbo da Deficit di Attenzione e/o Iperattività. Cosa significa? Io ho cercato di visualizzarlo e me lo sono immaginata come una coperta invisibile gettata sopra questi bambini. Immaginate voi stessi con addosso una coperta (con tanto di buchi per respirare e per vederci). Io penso ai bimbi affetti da iperattività come se volessero scrollarsela di dosso e quindi si muovono più degli altri per liberarsene e non sono capaci di stare fermi perchè è fastidiosa, pesante e non dà libertà di movimento.

Poi ci sono i casi invece dei bimbi che soffrono solo di scarsa attenzione e allora mi sono detta che forse non cercano di ribellarsi dal peso della coperta, ma la subiscono passivamente, forse perchè temono che comunque qualsiasi sforzo sia vano. Ma la realtà non arriva a loro come arriva a noi: la coperta impedisce loro di vederci bene a 180 gradi, i suoni arrivano ovattati e talvolta non proprio corretti. E così sembrano quasi vivere in una realtà parallela e noi li percepiamo come lenti, perchè lo saremmo anche noi con qualcosa che c’impedisce di muoverci liberamente, di percepire tutti i segnali che ci regala il mondo circostante perchè  i nostri sensi sono parzialmente inibiti!

Ora che ho visualizzato questo incantesimo mi auguro veramente di poterlo fare tutti i giorni per imparare ad accettarlo, gestirlo e se non sconfiggerlo, iniziare a logorare la coperta, a renderla più leggera!

Il mio augurio va a tutti i genitori che lottano ogni giorno per riuscire a trovare l’antidoto e un altro augurio va a chiunque ha figli, perchè l’ADHD non è contagioso e si può insegnare ai propri figli a giocare e coinvolgere chi ha questa difficoltà, invisibile come il mantello di Harry Potter sì, ma non per questo inesistente.

 

Week end a Torino con Veneto Kids

Ben ritrovati nel 2017 e BUON ANNO A TUTTI!!

Partiamo alla grande con un viaggio e precisamente con un week end per bambini e famiglie a Torino!

Finalmente sono riuscita a scoprire questa città e ne sono felice! Il week end prescelto non era proprio dei migliori perchè ho dovuto pianificare tutto per bene prima della partenza per evitare brutte sorprese sul posto trattandosi di giorni festivi, ma il tempo atmosferico è stato decisamente dalla nostra!

Se avete intenzione di trascorrere un week end con i vostri bimbi, allora Torino può essere veramente la vostra destinazione!

Essendo la prima volta, io ho deciso di prenotare la visita guidata alla città contattando lo IAT di Torino: è un giro piacevole di due orette, che vi aiuterà ad orientarvi nella cittadina.

venetokids-venetosmile-veneto-kids-torino-bambini-weekend-figli

Ci sono veramente un sacco di musei per tutti i gusti, noi abbiamo deciso di prendercela con calma e di selezionarne pochi ma buoni! Se decidete di visitare più di un museo, fatevi due conti ma penso converrà anche a voi la Torino Card visto che per ogni adulto è incluso anche un bimbo sotto i 12  anni.

Noi abbiamo deciso di visitare Palazzo Reale, il Duomo, Piazza della Repubblica con il mercato ed abbiamo tentato di vedere il Mercato Metropolitano (purtroppo consigliato in un sito ma chiuso da tempo).

venetokids-venetosmile-veneto-kids-torino-bambinivenetokids-venetosmile-veneto-kids-torino-bambini-duomo

Ma i top 3 sono stati:

  • Museo dell’Automobile
  • Museo del Cinema con la Mole Antonelliana
  • Museo Egizio

Per quanto riguarda il Museo dell’Automobile io non sono una patita, ma essendo a Torino mi sembrava quasi d’obbligo. L’allestimento è grandioso e le auto … SPETTACOLARI!!!! Dai modelli storici stile Lizzie del cartone animato Cars! E l’auto simile a quella usata da Crudelia De Mon? O ancora le auto delle pazze corse Wacky Races??? Uno spettacolo!!! Se poi amate le Ferrari, beh … un’intera galleria sarà un corridoio nel tempo tra testarosse di tutte le epoche!
Qui non abbiamo trovato la calca, forse perchè è fuori dal centro, ma ne vale assolutamente la pena!!

Se invece preferite la storia, allora il Museo Egizio è una tappa d’obbligo. La fila è all’ordine del giorno, quindi vi consiglio di prenotare la visita guidata da casa così potrete saltare la fila. Personalmente non penso sia indicata per i bimbi più piccoli (la mia di 4 anni ha dovuto pagare la visita guidata, ma non ha seguito praticamente nulla). La guida infatti era molto preparata ma forse un po’ troppo tecnica e non usava spiegazioni così semplici da coinvolgere i più piccoli, non era proprio semplice e la gente era dappertutto con difficoltà a starle incollati.

Anche al Museo del Cinema vi consiglio di prenotare la visita guidata (così anche qui eviterete di stare in fila per due ore). Appena entrati potrete decidere se fare i biglietti per salire sulla Mole in ascensore. C’è la visita adatta ai più piccoli basata sui cartoni animati, ma noi abbiamo preferito quella generica e anche qui si apre un mondo straordinario! Tutti i musei hanno degli allestimenti nuovi, moderni, perfetti per gli oggetti esposti! Anche qui scoprirete un sacco di curiosità ed oggetti divertenti! Terminata la visita potrete godere di una splendida vista della Mole dall’interno! Sotto divanetti relax dove potersi gustare qualche film e salette a tema veramente ben fatte!

L’ascensore invece mi ha emozionato meno, forse perchè in cima non è che ci si fermi molto mentre dura molto di più la fila per salire … e per scendere!!! Poi calcolate che ormai era buio mentre di giorno con la vista sulle Alpi penso sia molto più suggestivo!

Altri consigli?

Noi siamo andati con la nostra Lilli. Può entrare praticamente dappertutto a parte nel Museo Egizio e nell’ascensore della Mole Antonelliana. L’abbiamo portata perfino ad uno spettacolo di magia!! 🙂

Ebbene non mi resta che augurarvi buon viaggio! Come già detto in facebook, auguro a tutti noi un anno pieno di avventure e viaggi!!

 

Alla prossima

Mamma Titti

 

#venetokids #venetosmile #torino #torinoconbambini #torinoconcani #weekendatorino