Cosa bolle in testa … pensieri della sera

Avete mai visto il film “Mamma che notte!”? Io l’ho pure registrato così ogni tanto me lo riguardo!

E’ uno di quei film che fanno ridere, ma che se sei mamma a tratti ti rincuora perchè pensi “Caspita! Allora non sono solo io che sto impazzendo! E’ un male comune!! :-))) Non sono l’unica sclerata, quindi è normale sentirsi così!! :-))))”

Non so come siate voi, ma a me capita molto spesso di trovarmi circondata da mamme perfette, con figli perfetti, in case perfette … Beh, io sono al polo opposto! La mia casa è un caos, io sono un disastro e le

mie figlie non sono perfette: praticamente un manicomio!!

Vivo in un universo parallelo? Forse! A volte penso di essere un’aliena fiondata sulla Terra dove tutto mi sta stretto e non sento la forza di gravità!

Ad un certo punto del film questa mamma mezza esaurita – che mi tira su una costola! – dice “Il mio sogno era questo: avere una famiglia! Ma allora perchè non riesco ad essere felice?”
A parte la tipica risposta maschile, ovvero “Non lo so”, io mi sono detta: “Ma questo non era il mio sogno!” Il mio sogno è stato quello di viaggiare, che in parte ho realizzato e in parte cerco di realizzare, ecco perchè dico di non sentire la forza di gravità! Preferisco stare in aereo, spostarmi, scoprire posti nuovi, confrontarmi con persone nuove!!
Sarei disposta a fare il giro del mondo in una settimana, mollerei tutto e tutti per un viaggio e tornerei senza l’ombra di un senso di colpa!

Ok, a questo punto vi avrò già scioccato a sufficienza, avrete già chiuso la pagina o magari state continuando mosse da compassione … Ma io mi chiedo: ma a voi … non capita mai di sentirvi inadeguate, sconfitte, di guardare i vostri figli e chiedervi dove avete o dove state sbagliando?

Io ho provato a lasciare un lavoro che amavo per loro, anche se tutti mi chiedevano se fossi impazzita! Ma come avrei potuto guardarmi allo specchio tra 10, 20 o 30 anni?

Eppure non cambia nulla.
Che siate una mamma casalinga family manager, una lavoratrice a tempo pieno o ridotto, un’imprenditrice o libera professionista, il risultato non cambia: ci saranno sempre delle cose che rimpiangerete di non aver dato ai vostri figli, ma la scelta che avete fatto sarà sempre un gran insegnamento per loro! … o almeno lo spero! 😉

Buona serata mamme!! 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...